Droni che rilevano le urlaNews 

Droni che rilevano le urla umane

Tempo di lettura: 2 minuti

Un team di ricercatori tedeschi sta sperimentando la produzione di droni che rilevano le urla umane da utilizzare in scenari di emergenza. Il progetto mira quindi a creare droni che possano essere impiegati in casi come terremoti per esempio, dove la possibilità di rintracciare persone intrappolate sotto le macerie in tempi limitati può davvero fare la differenza.

Questa nuova tecnologia è stata presentata da Macarena Varela al meeting annuale della Acoustical Society of America. Varela è un’ingegnera del Fraunhofer Institute for Communication, Information Processing and Ergonomics (FKIE). L’idea è quindi di riuscire a creare uno strumento sicuro che possa supportare le squadre di soccorso nelle loro attività di ricerca.

L’impiego di droni che rilevano le urla permetterebbe infatti di riuscire ad investigare aree più ampie in meno tempo permettendo poi ai soccorritori di intervenire con tempismo nel luogo esatto in cui c’è necessità di soccorso.

Il progetto si basa essenzialmente sull’inserimento di un gruppo di piccoli microfoni sui droni. Varela ha sottolineato che il progetto è ancora nella fase iniziale, ma si sono già ottenuti buoni risultati; ha infatti dichiarato “Abbiamo già rilevato con successo e localizzato angolarmente suoni impulsivi in ​​modo molto preciso vicino a luoghi con la presenza di rumore di droni. Testeremo il sistema su un drone volante per misurare i suoni impulsivi, come le urla, ed elaboreremo i dati con metodi diversi per stimare anche le posizioni geografiche dei suoni”. Leggete anche “Microfoni per droni per un audio chiaro”.

Uno dei problemi da analizzare particolarmente è ovviamente il fatto che questi droni producono comunque rumori causati dai motori durante i loro voli e questi rumori potrebbero interferire con il rilevamento di altri segnali acustici. I ricercatori hanno però sottolineato che uno dei loro principali obiettivi è stato quello di studiare con attenzione le modalità di filtrare rumori come quello dei motori, del vento, degli elicotteri o dei veicoli a terra attraverso l’impiego di appositi filtri e l’applicazione di opportune procedure di rilevamento per estrarre i suoni di interesse come le urla umane che chiedono aiuto.

Quello dell’impiego dei droni che rilevano le urla umane è solo uno dei tanti esempi di impiego di questi mezzi in situazioni di emergenza, come già vi abbiamo raccontato in diversi articoli, leggete anche “Droni che salvano persone da situazioni di pericolo” e “I droni salvano la vita una volta alla settimana” .

Un altro passo avanti della tecnologia al servizio della sicurezza comune.

 

Articoli Correlati