droni navali, LeonardoNews 

Droni navali: nuovi investimenti per Leonardo

Tempo di lettura: 2 minuti

Leonardo Spa, colosso italiano nel settore della difesa e dell’aerospazio, ha deciso di investire nei droni navali con degli interessanti nuovi progetti. La Seafuture See innovation exhibition & business convention in programma in questi giorni a La Spezia mostrerà i frutti di questi progetti.

Ancora una volta quindi la Leonardo guarda con attenzione al mondo dei droni anche funzionali al settore della difesa e della sicurezza. Vi abbiamo già raccontato di queste applicazioni in altri articoli, leggete anche “Drone Elicottero Leonardo per la Marina Australiana”.

Leonardo investe nei droni navali

Il progetto di realizzazione di droni navali da parte della società Leonardo prevede in particolare la creazione di un modello di circa 10 metri pilotato da remoto grazie al sistema di comando e controllo navale sviluppato dall’azienda. Un cantiere navale della Spezia si è invece occupato della realizzazione dello scafo dell’imbarcazione.

Il colosso italiano ha da sempre dato particolarmente importanza agli investimenti nelle nuove tecnologie e nell’innovazione. Per esempio nel 2020 ha investito complessivamente 1,6 miliardi, circa il 12% dei suoi ricavi, in attività di ricerca, sviluppo e innovazione dei sistemi navali.

Alessandro Profumo, l’amministratore delegato di Leonardo, ha infatti dichiarato: “Per noi tutto quello che è connesso al navale, prendendo in considerazione le nostre competenze chiave, quindi i temi elettronici legati alla sicurezza, dove si integrano anche i sistemi d’arma, è assolutamente fondamentale”.

La Leonardo, oltre all’interesse nei droni navali,  vanta anche un ruolo di estrema importanza per quanto riguarda il settore degli elicotteri. Dispone infatti di ben 90 modelli utilizzati dalla Marina italiana. Profumo sottolinea poi che “i futuri piloti dell’Us Navy si addestreranno su un elicottero di Leonardo, mentre l’Aw101 è stato scelto dalla Polonia”.

Insomma un settore, quello dei droni navali, in forte evoluzione per un’azienda che storicamente ha sempre avuto un occhio attento alle innovazioni dell’intelligenza artificiale applicata al settore della difesa e della sicurezza.

 

Articoli Correlati