Sei qui
Droni per la vigilanza del Parco dei Monti Ausoni News 

Droni per la vigilanza del Parco dei Monti Ausoni

Droni per la vigilanza del Parco dei Monti Ausoni, area protetta istituita nel 2008, nata dalla fusione dei monumenti naturali di Camposoriano, Tempio di Giove Anxur, Acquaviva, Cima del Monte, Quercia del Monaco e Lago di Fondi in provincia di Latina.

L’idea di utilizzare droni è nata al fine di potenziare e rendere più efficace il servizio di vigilanza di un’area protetta molto esposta a problematiche di varia natura, fra cui i pericolosi incendi boschivi.

Le attività di vigilanza riguarderanno un territorio costituito da ben venti comuni nelle provincie di Frosinone e Latina.

Oltre all’utilizzo dei droni (nello specifico saranno due aeromobili a pilotaggio remoto ad essere impiegati, di cui uno dotato di apposita camera termica) saranno utilizzate anche delle cosiddette “fototrappole”.

Riguardo i droni per la vigilanza del Parco dei Monti Ausoni, l’ente ha dimostrato molta coordinazione, organizzando in breve tempo una squadra di sette tecnici che hanno frequentato un apposito corso di addestramento, infatti per poter svolgere attività professionale con i droni è necessario ottenere l’Attestato di Pilota APR, frequentando un corso presso un Centro di Addestramento approvato da ENAC. Per approfondimenti normativi leggete anche: “Regolamento Enac Droni“.

L’impegno del Parco, utilizzando nuove tipologie di apparecchiature tecnologiche, è volto principalmente all’attivazione di una serie di azioni utili volte a contrastare gli incendi boschivi, tutelare i beni paesaggistici e reprimere condotte illecite.

Di seguito una dichiarazione del Presidente dell’Ente Bruno Marucci: “A partire dal quadro delle finalità alla base dell’istituzione delle aree protette, come specificato dalla legge quadro nazionale alla normativa regionale il conseguente lavoro di monitoraggio e vigilanza del territorio è compito essenziale. Ed è per rispondere al meglio a tale compito che si è deciso di dotare l’ente e il suo personale di attrezzatura tecnica specifica, quali fototrappole e droni”.

L’utilizzo dei droni risulta essere sempre più massivo e di utilità sempre più ricercata, a tal proposito vi consigliamo la lettura anche dei seguenti articoli:

 

Articoli Correlati