Droni in 5GEsteri News 

Droni in 5G per soccorrere le persone

Tempo di lettura: 2 minuti

In Spagna è partito un progetto che vede l’utilizzo di droni in 5G per soccorrere le persone grazie alla collaborazione della Croce Rossa e di Vodafone. Un altro importante attore del progetto denominato 5G Andalusia Pilot è l’azienda di ingegneria Altran.

L’idea di sperimentare l’utilizzo di droni combinato al 5G allo scopo di poter soccorrere o ritrovare persone nasce da un’esigenza ben specifica: negli ultimi periodi nel territorio dell’Andalusia sono notevolmente aumentati i casi di persone anziane disperse in aree rurali e semi rurali. La necessità è quella di arrivare in tempi sempre più ristretti ed immediati alla localizzazione di questi soggetti in difficoltà per evitare casi di ipotermia in inverno o disidratazione in estate limitando quindi il rischio di morte.

L’utilizzo dei droni permette di coordinare in modo più efficiente il lavoro dei volontari su tutto il territorio analizzato al fine di essere d’aiuto anche alle organizzazioni che già operano in questo settore di soccorso.

Vodafone, la Croce Rossa e Altran con il suo team di 10 ingegneri hanno già realizzato alcune importanti simulazioni che hanno dimostrato l’efficienza dell’utilizzo della rete 5G applicata ai droni (Leggete anche: “Droni e la tecnologia 5G sempre più vicini”). Per farlo è stata creato da zero un vero e proprio sistema studiato ad hoc e basato sull’integrazione su diversi droni dimostrativi di uno specifico software di controllo missioni, un’app mobile utilizzata dalla squadra di ricerca, un algoritmo per il riconoscimento delle immagini e un server di servizio che sfrutta la rete 5G per elaborare immagini ad altissima definizione in tempi ridotti. I dati ottenuti sono quindi precisi, efficaci e facilmente fruibili dagli addetti ai soccorsi.

E’ stato così dimostrato come l’utilizzo del 5G abbia permesso un’interazione rapida ed efficiente tra i droni utilizzati e la postazione di comando che ha potuto quindi sfruttare al massimo le immagini ad altissima definizione e le immagini termiche ricevute riuscendo a mappare con precisione la zona di ricerca.

Per la Croce Rossa i droni sono ormai un vero e proprio membro delle squadre di intervento in grado di abbreviare notevolmente i tempi di soccorso in situazioni critiche e di permettere un miglioramento nel coordinamento degli interventi. Esempio lampante di un uso umanitario della tecnologia.

Per ulteriori approfondimenti leggete anche:

 

Articoli Correlati