drone prezziNews 

Drone: prezzi di acquisto in base agli utilizzi

Tempo di lettura: 6 minuti

Il drone ha prezzi che possono variare in base alla qualità del prodotto ed alle diverse funzionalità più o meno avanzate di cui è dotato. In commercio oggi esistono diverse tipologie di droni dai prezzi più disparati, è possibile partire da soli 50 euro per arrivare anche a oltre cinquantamila mila euro!

Capite bene che la prima cosa che dovrete fare, è ragionare sull’utilizzo, se ludico oppure professionale e lavorativo, così da identificare il drone più consono e di conseguenza il prezzo più giusto.

Drone: prezzi di prodotti per hobby

Partiamo da droni utilizzati per hobby, dunque senza diciamo così “scopo di lucro”. In questo ambito troviamo davvero una miriade di droni dai prezzi più disparati, partiamo dai soli 50 euro con piccoli droni per lo più giocattoli dalle caratteristiche minimali che ovviamente sconsigliamo. Salendo di prezzo, troviamo droni che permettono di fare davvero tante cose, avendo incluso Gps, batterie intelligenti e tutta una serie di funzionalità che permettono di volare e fare filmati come un vero professionista!

Il primo drone che consigliamo in questo ambito è il Dji Mini 2, un drone da soli 249 grammi – che rientra anche pienamente nelle facilitazioni della normativa droni e permette di utilizzarlo senza il conseguimento del patentino drone – con gimbal stabilizzato, camera fullhd e ben 25 minuti di autonomia di volo! Il drone Mini 2 ha un prezzo di 459 euro per la versione base e 599 euro per la versione combo più accessoriata che contiene 3 batterie anzichè una, una borsa di trasporto e altri utili accessori.

drone prezzi

Il secondo drone che consigliamo è l’Hubsan Zino Mini Pro, anch’esso un drone dal peso inferiore ai fatidici 250 grammi per usufruire delle facilitazioni normative. Il drone ha un prezzo al di poco sotto i 500 euro per una dotazione accessoriata con 3 batterie e altri accessori. Un vantaggio rispetto il Mini 2 della Dji è che il Mini Zino Pro è dotato di un sistema di anticollisione, funzionalità davvero importante, specialmente per i neofiti che approcciano per la prima volta al mondo dei droni. La camera di bordo possiamo dire che si equivale con quella del Mini 2.

drone prezzi

Ovviamente in base alla vostra capacità di investimento è possibile utilizzare per hobby anche droni più costosi che generalmente vengono anche utilizzati per scopi professionali, quali ad esempio, giusto per citare quelli più famosi, il Dji Mavic 2 Pro che ha un prezzo di 1499 euro, piuttosto che il drone Evo della americana Autel al prezzo di 1600 euro. In questa fascia di prezzo abbiamo ovviamente droni più performanti con camere 4K dotati di sensoristica molto più avanzata, tanto da essere appunto anche “droni da lavoro”.

Se invece volete approcciare al mondo Fpv, il drone ha prezzi che dipendono molto se volete acquistarlo in kit ed essere voi ad assemblarlo oppure acquistarlo già pronto all’uso. Nel primo caso potete spendere non molto, diciamo intorno ai 600/700 euro (Leggete a tal proposito il seguente articolo: “Drone Fpv: come scegliere il migliore”) scegliendo i vari componenti su store internazionali a prezzi competitivi tipo Hobbyking.

Nel secondo caso, se volete un drone Fpv, già pronto all’uso, beh allora dovrete pensare a DJI e al suo drone FPV ad un prezzo di 1349 euro. Apparentemente potrebbe apparire un costo esorbitante per un hobby, ma attenzione ha molte funzionalità davvero interessanti, a tal proposito vi consigliamo di leggere il seguente articolo: “Dji fpv il nuovo drone da corsa con fotocamera cinema”.

Esistono tanti altri droni con prezzi differenti, ci siamo limitati a questa tipologia di prodotti, in quanto li reputiamo i migliori in riferimento al rapporto qualità prezzo, così che non possiate rimanere delusi e magari abbandonare subito il vostro desiderio di volare con un drone.

Drone: Prezzi di prodotti per professione

Se invece la vostra intenzione è quella di acquistare un drone per professione (Leggete anche “Droni professionali come scegliere il prodotto migliore”), dunque integrare il suo utilizzo nella vostra attività lavorativa, i prezzi salgono anche di molto, ovviamente dipende molto in questo caso dalla tipologia di sensore che dovrete mettere a bordo del vostro futuro drone. Gli acquisti professionali sono anche supportati da forme di finanziamento che permettono di rateizzare l’intero importo dell’acquisto, ne abbiamo già parlato qui: “Grenke locazione per acquistare un drone facilmente”.

Veniamo ai prezzi del drone per professione, come scritto prima, bisogna in primis ragionare su quello che dovrete farne, attualmente gli ambiti sono la fotogrammetria aerea, la termografia aerea, le ispezioni generiche e l’agricoltura di precisione.

Fotogrammetria aerea

La fotogrammetria oggi può essere svolta anche con droni da 1500 euro, anche se consigliamo vivamente l’utilizzo di un drone con Gps RTK, così da poter effettuare rilievi con maggior precisione e facilità, in questo caso consigliamo il Dji Phantom 4 RTK, il drone ha un prezzo che parte dai 5700 euro per arrivare a 7800 euro se acquistate la versione combo con la palina Gps integrata, per approfondimenti leggete anche “Dji Phantom 4 RTK ufficializzato il nuovo drone”.

Termografia aerea

Uno sguardo ora alla termografia da drone che ha avuto un forte incremento negli ultimi mesi anche grazie al superbonus 110%, i rilievi di edifici con drone sono aumentati, in questa circostanza lavorativa quale drone scegliere? Beh tutto come penso abbiate già capito dipende dal sensore termico a bordo del drone, che si differenzia in risoluzione e frequenza, più questi parametri sno alti maggiore sarà la qualità della termocamera. Sul mercato attuale i sensori possono essere di risoluzione 160×120 oppure 640×512. I prezzi del drone ovviamente cambiano sensibilmente in base appunto alla risoluzione. Se vi rivolgete a semplici rilievi di facciata potete orientarvi su un sensore di risoluzione più bassa, cosa diversa invece se fate termografia di impianti fotovoltaici.

Il nostro consiglio è di utilizzare un drone il più possibile piccolo e performante, i più famosi ed utilizzati sono, per quanto riguarda il sensore più piccolo da 160×120 il drone Dji Mavic 2 Enterprise Dual al prezzo di 2899 euro e il Parrot Anafi Thermal al prezzo di 2376 euro. Entrambi valevoli prodotti anche se il Mavic 2 risulta comunque un passo avanti con funzionalità aggiuntive molto interessanti rispetto il Parrot, fra cui il sistema anticollisione attivo su tutti i quattro lati del drone.

Se volete invece una risoluzione più ampia, ovvero il sensore termico a 640×512 con frequenza 30hertz potete affidarvi al nuovissimo drone Dji Mavic 2 Enterprise Advanced, grazie al quale potete effettuare rilievi termici di ogni tipologia. Il drone in questione ha un prezzo di 6079 euro. Il miglior rapporto qualità prezzo per un drone professionale. Per approfondimenti sulle caratteristiche tecniche: “Dji Mavic 2 Enterprise Advanced caratteristiche tecniche”.

Ispezioni con droni

Il prezzi dei droni per ispezioni anche in questo caso possono variare di molto, la semplice ispezione di piccoli caseggiati o tetti per esempio, necessita di un piccolo drone, per assurdo i primi due droni proposti, il Mini 2 o Hubsan Zino Mini potrebbero andare benissimo, cosa diversa se i lavori che dovrete fare riguardano ispezioni e monitoraggio di ponti o ispezioni di tralicci dell’alta tensione per esempio.

I tali casi è necessario dotarsi di droni con camere zoom e alte risoluzioni i prezzi dei droni possono aumentare anche oltre i 15000/20000 euro. Uno fra tutti, molto utilizzato in queste circostanze di utilizzo è il Dji Matrice 300 RTK, dotabile fino a tre gimbal contemporaneamente, ideale per rilievi ed ispezioni molto particolari da svolgersi in luoghi difficili. Il prezzo di questo drone è di 13100 euro. Per approfondimenti leggete anche “DJI L1 il nuovo lidar per droni professionali” e “Camera Dji P1 per il drone Matrice 300 RTK”.

Agricoltura di precisione

In questo settore i prezzi dei droni possono lievitare ulteriormente. E’ un settore ancora di nicchia con tante possibilità di lavoro nei prossimi anni, anche qui il drone per antonomasia è il Dji Agras, dotato di spruzzatori per lo spargimento di sostanze medicali, ma dotabile anche di camere multispettrali per il rilievo visivo dello stato di salute delle colture oggetto di indagine. I prezzi del drone variano dai 15000 ai 20000 euro a seconda della dotazione di batterie che si sceglie.

Dji Agras T20

Insomma questa guida dei prezzi droni, non è sicuramente esaustiva, ma pensiamo vi possa aiutare a scegliere il drone migliore al prezzo migliore, evitando così, come spesso succede purtroppo, di acquistare un prodotto che non soddisfa pienamente le aspettative iniziali.

Contattateci senza problemi se volete una mano nella scelta del vostro primo drone, sia che esso venga utilizzato per hobby o per professione!

 

Articoli Correlati